Brand a Confronto In evidenza

Yankee Candle VS Country Candle

Oggi metterò a confronto due BIG che hanno molto in comune: Yankee Candle e Country Candle. Leggete per saperne cosa penso!

Visto la miriade di marchi esistenti, forse è bene dare qualche informazione in più su ognuno di essi e fare dei confronti, utilizzando un metodo comparativo per rendere tutto più chiaro per chi si sta approcciando alla scelta di una candela.

yankee vs country

Introduzione

Due brand di candele profumate nate dallo stesso genio

Il brand più vecchio e famoso tra i due è di certo Yankee Candle di cui conosciamo anche la storia, invece più giovane è la casa Country Candle.

Per chi non lo sapesse, il genio che ha partorito entrambi i marchi è lo stesso: la famiglia Kittredge, che nei primi anni ’70 ha creato il marchio Yankee Candle che poi è stato venduto a Forstmann Little & Co. nel 1998.

Nel 2009, la famiglia Kittredge ha creato prima il marchio Kringle Candle e poi nel 2017 in Italia sono arrivate le neonate Country Candle.


Vuoi scaricare una infografica sulla storia e processo di fabbricazione delle candele Yankee?


Passiamo ora però alle candele e vediamo più nello specifico Yankee e Country.

Tabella Comparativa

Prima di entrare nello specifico ho pensato di riassumure in tabella comparativa i tratti che caratterizzano e accomunano questi due brand così da poter aver tutto più chiaro.

Infatti, Country Candle è molto simile a Yankee Candle, a differenza di alcune scelte di design e di business che elencheremo qui.

Partendo dal primo punto della tabella, appare chiaro come il “contenitore” giara tipico di Yankee Candle sia stato ripreso da Country Candle, questo significa che molto probabilmente è un formato che piace a livello mondiale.

I vari formati disponibili

Country però tra i suoi formati non ha nè il votivo nè la tart, e nemmeno le tealight. Country in questo caso fa una scelta forse un po’ più smart decidendo di inserire un unico formato economico che permette di provare la fragranza nuova che è la daylight.

Yankee Candle & Country Candle – Formati a Confornto

Qui si possono aprire vari filoni: chi ama le tart, chi i votivi, chi odia entrambi e invece compra solo giare. Dal mio canto, ho molto apprezzato il formato daylight perchè mi permette di provare una nuova fragranza ad un piccolo costo.

Invece con le Yankee ho sempre utilizzato più tart che votivi, perchè questi ultimi fanno un po’ fatica a sentirsi, e quindi li uso a mo’ di tart, ossia tagliandoli e mettendoli nel bruciatore. Con il formato daylight invece prendo e accendo!

Naturalmente i prezzi sono diversi: si passa da circa €2,25 per tart e €2,65 per votivo, quando invece le daylight costano €3,65.

Yankee Candle set di 10 candele, fragranze varie
  • Prova tutte le fragranze yankee candle con questa collezione di 10 candele
  • Combustione pulita e costante fino a 15 ore con cera di paraffina di qualità superiore
  • Lo stoppino 100% cotone senza piombo è lavorato a mano, per assicurare la miglior combustione possibile

Il paragone infatti lo faccio tra il formato votivo e daylight. Perchè devo dire che trovo molto pratiche le tart, soprattutto se le si scioglie nei bruciatori elettrici. Quindi diciamo che sotto questo aspetto Country non ti lascia molta scelta, ma chissà… forse un giorno le farà?

Cera, stoppino e packaging

Per quanto riguarda il punto cera e stoppino, invece credo che la cera di Country Candle rispetto a Yankee Candle bruci meglio perchè i due stoppini aiutano molto in questo processo.

Per quanto riguarda la label, ossia l’etichetta, l’utilizzo di nomi accattivanti e foto suggestive che lasciano viaggiare la fantasia, Yankee Candle sicuramente ha molto da insegnare data la longevità che la caratterizza.

Inoltre, a mio avviso, è un pecca per Country Candle non avere il simbolo che identifica la famiglia olfattiva che caretterizza la candela o meglio la fragranza. Se non fosse chiaro nella foto qui sotto si vede a cosa mi riferisco.

La giara Yankee ha il simbolo che indica la famiglia olfattiva, come si vede nel cerchio, la giara Country no.

Altro punto importante da analizzare è la vastità del catalogo e la presenza o meno di Limited Edition. Inutile dire che Yankee vince a mani basse visto che è da più tempo in commercio e poi sa davvero “azzeccare” i nomi alle line e alle collezioni.

Quindi Country in questo caso abbiamo sì l’attenuante che è giovane come marchio, però un pizzico di fantasia in più nel creare delle collezioni potrebbe mettercelo!

Conclusioni

Dopo una lunga e attenta analisi, vorrei concludere con i pareri un po’ più soggettivi riguardanti la durata e la persistenza di questi due marchi.

Yankee Candle, ahimè, ultimanente non ha più quella sferzata di profumo che aveva anni fa, purtroppo anche in rete si leggono commenti su alcune fragranze che non hanno la stessa forza.

Io ad esempio ho fatto il paragone con la stessa fragrnza (Black Pulm Blossom) nello stesso formato (giara grande) con una sola differenza: una acquistata anni fa e una acquistata questa estate.

Il profumo di quest’ultima era molto meno intenso e per me è stato un colpo visto che è la mia fragranza preferita.

Detto questo, con le Country questo problema al momento non l’ho avuto, quindi mi sento di dire che a livello qualitativo il profumo, l’intensità e la persistenza sono una spanna sopra a Yankee.

Naturalmente stiamo parlando di due brand internazionali quindi il confronto è già ottimi livelli. Inoltre parlando di prezzi al pubblico sono pressochè identici quindi è giusto dare a Cesare quel che è di Cesare.

So di essere stata prolissa ma è dovuto al rispetto che ho per questi due marchi, e so per certo che dietro queste fantastiche candele c’è davvero un grande lavoro. Quindi ho cercato di essere quanto più accurata e darvi un giudizio a 360°.

Volete leggere di altri confronti tra brand? Commentate l’articolo e fatemelo sapere!

Ilaria è la fondatrice di Fragrance Journey ed è appassionata di fragranze indoor da quando ha iniziato a collaborare nel settore nel 2015. Le sue recensioni sono incentrate a descrivere percettivamente un profumo, cosa che rende il suo blog unico nel suo genere.