Brucia Essenze Guida all'utilizzo

Bruciatore Yankee Candle: guida all'utilizzo

I bruciatori sono dispositivi che servono a diffondere note profumate per le nostre dimore. Ce ne sono tanti tantissimi, tant’è che sono diventati dei veri e propri complementi d’arredo, avendo così una duplice funzione. Ultimamente è nata una vera e propria moda, e devo dire che come cadeau va per la maggiore proprio per questa caratteristica. Io in particolare mi soffermerò su i bruciatori Yankee Candle perchè sono quelli che ho sempre usato e di cui ci sono davvero una vasta gamma di modelli.

Come utilizzare il Bruciatore

Entriamo nello specifico, i bruciactori o brucia essenze di solito possono essere utilizzati con due tipologie di essenze profumate:

  • Essenze/Oli idrosolubili: oli essenziali che vanno utilizzati in gocce che si sciolgono in acqua e alla sua evaporazione si diffonde la fragranza.
  • Cera profumata: tart, crumble di cera, melt, beads di cera, barratte, tavolette, tutta la cera profumata che i vari marchi ci propongono.

Partiamo dalla prima tipologia: i bruciatori con gli oli idrosolubili. Questi sono facilissimi da usare: semplicemente riempite di acqua la parte al di sopra della tealight (sono le candeline bianche, senza profumo) e poi aggiungete poche gocce di fragranza. Di solito le case produttrici ci consigliano il quantativo di gocce da mettere, che di solito è tra 2 e 5. Questo dipende da quanta intensità si vuole avere, e da dove si decide di posizionare il brucia essenze. Più grande è la stanza o la zona da profumare, maggiore dovrà essere l’intesità. Di certo però se utilizzate essenze idrosolubili di ottima qualità ne bastano davvero poche gocce per avere un fantastico ed intenso profumo.

Set Regalo Yankee Candle Collezione Garden Hideaway
Elegante set regalo che include anche tre cere dalla profumazione floreale, il tutto in un packaging molto bello da vedere

Una volta accesa la tealight, che consiglio sia neutra così da non confondere i vari profumi, l’acqua con l’essenza al suo interno evaporerà e farà diffondere il profumo. Una volta evaporato tutto il liquido non vi restera che pulire con un panno umido la vaschetta che conteneva l’essenza e poi introdurvene una nuova o la stessa. Tutto molto semplice!

Bruciatore Yankee Candle
Bruciatore Yankee Candle con tart

La seconda tipologia invece è quella che a volte necessita di una spiegazione in più: i bruciatori per cera profumata. Questo perché la cera si scioglie ma non evapora, visto che non è una candela che si consuma a mano a mano che la si accende e avviene la combustione. In questo caso è la tealight che riscalda la zona che contiene la cera profumata che la scioglie e fa sì che la fragranza si possa diffondere. Evaporano gli oli profumati all’interno della cera ma la cera resta lì. Infatti dopo una serie di accensioni, una volta evaporati tutti gli oli profumati, la cera non profumerà più di nulla.

Alcuni Bruciatori Yankee Candle presenti sul sito Yankee Candle della nuova collezione 2019. Immagini prese da https://www.yankeecandle.it/

Quindi come fare per disfarci di questa cera ormai non più profumata?

3 Metodi per eliminare la cera dal Bruciatore

Esistono vari modi per eliminare la cera che non profuma più dal brucia essenze, vi propongo 3 metodi che ho usato e che posso assicuravi funzionano:

  • Utilizzare il freezer
  • Utilizzare il calore
  • Utilizzare ipirottini

Metodo 1: Freezer

Io uso sempre questo, in pratica una volta che la cera non profuma più aspetto che si solidifichi (quindi senza tealight) e poi la metto al fresco in freezer per circa 20 minuti. Passati i minuti, prendo il bruciatore o solo il contenitore che contiene la cera, (infatti esistono brucia essenze che hanno il piattino separto dalla base), e con una leggera pressione con il pollice la cera si staccherà in un sol colpo. Pulisco e asciugo il bruciatore, che è ora pronto per l’utilizzo.

Metodo 2: Calore

In questo caso, bisogna accendere la tealight e iniziare a far sciogliere la cera. Basta poco e non bisogna aspettare tantissimo: giusto il tempo che la cera si inizi a sciogliere così da poterla staccare ancora quando è solida. In questo caso aiutatevi con uno scottex, il tempismo va calcolato per bene, però ho molte amiche che usano questo metodo e lo preferiscono al primo.

Metodo 3: Pirottini

Questo metodo è semplice e molto utile: basta utilizzare i pirottini di silicone o in alluminio (non quelli di carta, mi raccomando!), quelli che si usano per fare i dolci come i muffin, o i tortini, che vanno in forno e non si sciolgono. Prendete il vostro pirottino e metteteci all’interno la vostra cera profumata. Una volta che questa non profumerà più, vi basterà cambiare il pirottino ^_^.
Tra i metodi presentati, questo è sicuramente il più efficiente, ma anche il meno carino da vedere.

Questi metodi sono utili non solo per gettar via la cera ormai inodore, ma anche per cambiare fragranza. In particolare, per cambiare profumazione vi consiglio il 1° e il 3° metodo, poi vi basterà riporre la cera solidificata in bustine sottovuoto.

Ultimi consigli

Vorrei concludere questa guida con gli ultimi consigli per utilizzare al meglio i vostri bruciatori.
Prima di tutto valutate bene la grandezza: se sono piccoli e se usate la cera, il mio consiglio è quello di usarne poca, ad esempio: rompete la tart in più pezzetti (io la rompo in 4 o in 2 dipende da quanto voglio sentirla a dalla grandezza del bruciatore) e usatene uno alla volta. Questo metodo di spezzettare la tart può essere utile anche per un bruciatore più grande così da godersi di più la fragranza.
Un altro consiglio è di scegliere bene le tealight: la scelta di puntare alla quantità o alla qualità è vostra e in commercio ce ne sono di tutti i tipi e costi.
Di seguito ve ne mostro alcune di varie grandezze.

A sinistra tealight piccole; a destra tealight max e tealight piccole più alte

Importante: compratele tealight neutre o al massimo della stessa fragranza che andrete a bruciare (es: ho la tart alla rosa metto la tealight alla rosa) così eviterete un mal di testa da profumi ^_^.
Sempre per le tealight, se il bruciatore è troppo grande o alto, esistono in commercio tealight più grosse o più alte. Oppure prendete due tealight o un supporto e sovrapponetele così da diminuire la distanza.

Ultimo consiglio: posizionate il bruciatore in luoghi ideali, non troppo esposto alle correnti di aria e lasciate sempre spazio sopra di esso, e non mettetelo mai su mensole chiuse.
Detto questo vi lascio ai vostri brucia essenze, godeteveli al meglio e se avete domande o dubbi scrivetemi.

A presto!

Ilaria è la fondatrice di Fragrance Journey ed è appassionata di fragranze indoor da quando ha iniziato a collaborare nel settore nel 2015. Le sue recensioni sono incentrate a descrivere percettivamente un profumo, cosa che rende il suo blog unico nel suo genere.